Un team consolidato, affiatato e competente che affianca ogni cliente nello sviluppo software tecnologico e nel data management.

Quello di Dot Blue è un team strutturato e in crescita: l’entusiasmo non ci manca e siamo in pieno sviluppo.
La nostra missione è crescere nel continuo scambio e, attraverso la tecnologia più avanzata, supportare e fidelizzare il cliente.

Da sempre lavoriamo a fianco del nostro cliente.
Ci piace sentirci partner di chi ci sceglie. Essere presenti, ascoltare. Per cercare, trovare, proporre soluzioni non ovvie. Per offrire un supporto globale.

Andrea Robuschi
CEO & CO Founder
“In ogni impresa sono la determinazione, la passione ed il coraggio che costituiscono le solide basi su cui scrivere storie di successo”

(Anonimo)

Filippo Ceci
CO Founder
“Se vuoi andare veloce vai da solo, se vuoi andare lontano vai insieme”

(Anonimo)

Benedetta Pavanati
Team Leader
“Rare sono le persone che usano la mente. Poche coloro che usano il cuore. Uniche coloro che le usano entrambi”

(Rita Levi Montalcini)

Chiara Sirocchi
Analyst & SW Developer
“La vita è un’enorme tela: rovescia su di essa tutti i colori che puoi”

(Danny Kaye)

Paolo Leoni
Technical Manager
“Quando camminerete sulla terra dopo aver volato, guarderete il cielo perché là siete stati e là vorrete tornare”

(Leonardo da Vinci)

Thomas Cardinali
Developer & DevOPs engineer
“Elevarsi non per sovrastare ma per aiutare gli altri a salire”

(Amadeus Voldben)

Michele Arcari
Developer
“Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa. Il secondo momento migliore è adesso”

(Confucio)

Lorenzo Furini
Developer
“Impara da ieri, vivi per oggi, spera per il domani. La cosa importante è non smettere di porsi delle domande”

(Albert Einstein)

Manuel Bellicchi
Senior SW Developer
“Faccio sempre ciò che non so fare, per imparare come va fatto”

(Vincent van Gogh)

Luca Ferrari
Mobile APP developer
“Mettiamoci a inventare il domani, invece di preoccuparci di ciò che è accaduto ieri”

(Steve Jobs)

Enrico Fortino
Full Stack Developer
“Quanto più già si sa, tanto più bisogna ancora imparare. Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere, o meglio il sapere del non sapere”

(Friedrich Nietzsche)